In materia di concorso nelle forze armate assumono rilievo soltanto le condizioni psico-fisiche date al momento dell'accertamento in sede concorsuale, sulle quali non possono incidere eventuali successivi trattamenti chirurgici o farmacologici.