Ufficiale superiore dell'Esercito con la specializzazione di pilota di elicotteri militari, riceve l'ordine di pilotare, presso il locale aeroporto, un elicottero A129 "M." in una esercitazione, combinata con altri elicotteri, consistente nel sorvolo a bassa quota di una colonna di automezzi e nell'arresto della medesima, mediante il posizionamento dell'elicottero davanti al primo automezzo della colonna. L'esercitazione ebbe un esito drammatico: a causa dell'elevata inclinazione assunta dal velivolo pilotato dall'Ufficiale e della quota troppo bassa, le pale del rotore principale impattarono col parabrezza del secondo automezzo causando la morte del capo macchina, che sedeva a fianco del conducente.