Mentre si trovava in albergo viene prelevato da una pattuglia di carabineros e di militari e, dopo essere stato condotto nel commissariato, viene rinchiuso in un centro di detenzione di prigionieri, allestito dopo il colpo di Stato di Pinochet dell'11 settembre 1973 presso un Regimento militare , del quale era responsabile l'imputato, all'epoca sottotenente. Dopo di che il detenuto veniva ripetutamente prelevato dal centro per essere sottoposto a interrogatori, con l'uso di torture, fin a quando, in relazione all'ultimo prelievo risalente ai primi giorni di ottobre 1973, di lui non si ebbero più notizie, come riferirono altri internati presenti nel centro.