Maresciallo, Comandante di stazione dei Carabinieri, veniva rinviato a giudizio per i reati di cui all'artt. 416 bis c.p. e artt. 81 cpv e 319 c.p. con l'accusa di aver partecipato ed agevolato, nella sua qualità di carabiniere, le attività delittuose di un'organizzazione camorristica , omettendo di operare perquisizioni e sequestri ed avvertendo delle operazioni di polizia in corso di svolgimento, ricevendo in cambio denaro e/o droga. Assolto chiede il rimborso delle spese di giustizia che erano state denegate dal Tar.