In materia di rapporti di valutazione attinenti ad un militare la valutazione espressa per un dato periodo non può essere influenzata dalle valutazioni espresse per il passato, con la conseguenza il contrasto tra due valutazioni, l'una favorevole e l'altra sfavorevole, non è di per sé sintomatico di eccesso di potere.